#SacroFemminileVidyanam, Blog, Eventi, Riflessioni

Celebrare Imbolc – I Doni della Luce Interiore

La Ruota dell’anno che scandisce il susseguirsi delle stagioni apre le porte, il primo febbraio, a Imbolc.

Imbolc è un’importante celebrazione che cade tra il solstizio d’inverno (la rinascita della Luce) e l’equinozio di primavera (risveglio della Madre Terra). Le giornate si sono già allungate rispetto a Yule, e i primi fiori cominciano a spuntare. La Terra è sempre stata viva, sotto l’apparente strato di superficie ghiacciata, la vita pulsa, e una prima rinascita incomincia a farsi spazio.

Uno dei significati della parola Imbolc, dalla lingua irlandese, è proprio ‘in grembo’: questo è il periodo in cui nascono gli agnellini, segno inequivocabile che Madre Terra si sta risvegliando.

tumblr_static_tumblr_static_2lui5112gi0wc0gww400o808s_640
foto dal web

Per gli antichi popoli questo momento dell’anno era molto delicato: ancora non era arrivata la stagione tiepida, le giornate erano difficili e lo spettro della fame era sempre in agguato sul finire del lungo inverno.

Per questo nell’antichità ogni minimo segno di cambiamento in natura veniva percepito con stupore, ed era celebrato e onorato.

Imbolc, nel freddo dell’inverno, ci ricorda che la Primavera è timidamente in arrivo, e anche per noi è tempo di purificazione, rinnovamento, rinascita.

 

803803b816b23abb564a107bcc8b05e9
Art: Wendy Andrew

Questa festività è dedicata alla Dea Brigid fanciulla. Dea della soglia e del sole nascente, da lei prendono il nome le Isole Britanniche.

E’ la dea del Fuoco Sacro:  protettrice dei fabbri (fuoco della forgia), dei poeti (fuoco dell’ispirazione) e dei guaritori (fuoco interiore), ma anche del nutrimento inteso come focolare domestico e come gravidanza.

Il fuoco è il suo elemento principale, ma a lei sono dedicati anche numerosi pozzi e sorgenti d’acqua in varie parti d’Europa, ai quali le donne si recavano con offerte per chiedere una gravidanza. A lei ci si rivolge anche per facilitare il momento del parto.

Il fuoco e l’acqua nuovamente ci rimandano alla purificazione necessaria per entrare nella nuova stagione con leggerezza e vitalità.

 

Celebriamo quindi anche dentro di noi la Luce che si manifesta, e la Natura che lentamente ma inesorabilmente si risveglia.

Imbolc infatti ci parla di numerosi piccoli cambiamenti nella Natura, che in questa notte divengono percettibili. Se prestiamo molta attenzione, scopriamo che la nostra interiorità riflette ciò che avviene all’esterno, chiedendoci di purificarci dall’inverno e rinnovarci avvolgendoci di nuova luce, in una continua spirale di vita-morte-vita, che ci porta sempre più al centro della nostra autentica essenza.

Alcuni consigli pratici per vivere al meglio Imbolc

Possiamo accendere una candela bianca e osservare la danza della fiamma, alimentarci in modo più leggero e consapevole, pulire la casa e assieme alla polvere far uscire anche tutti i pesi dell’inverno e tutto quello che non ci serve più.

Felice Imbolc! 🙂

 


26240252_1971816626478048_5918130815211835831_o

Per saperne di più, clicca qui:

pulsantone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...